SHOWCASE

GIARDINI
PLASTICI
SERVIZI
CONTATTI
          Da sempre il plastico in scala costituisce per il progettista un complemento degli elaborati progettuali, e un efficace mezzo per rendere immediatamente visibili e comprensibili le sue idee. Modellisti dai tempi del liceo, Alessandro ed io abbiamo ben presto imparato ad asservire le rispettive competenze al mondo dei giardini, realizzando insieme innumerevoli pezzi. Con le cose meglio conservate, estratte per l'occasione dalla nostra polverosa, profondissima boîte à merveilles, abbiamo confezionato una sorta di “storia dei giardini d'Occidente”, che ci è parsa abbastanza suggestiva, quantunque necessariamente incompleta.

          Alcuni pezzi sono sintesi stilistiche di un determinato periodo storico (ad esempio il peristylium romano, il giardino monastico medievale, il parterre barocco, il giardino del Rinascimento italiano; il frammento Arts and Crafts); altri sono ricostruzioni fedeli condotte sulla base di documenti iconografici (il giardino di fiori all'interno dell'Hortus Palatinus di Salomon de Caus; il giardino persiano con pianta a croce; le geometrie concentriche di Hans Vredeman de Vries; le “cellule giardino” di Carl Theodor Sørensen; il parterre di villa Il Roseto di Pietro Porcinai); in due casi (il teatro di verzura e il parterre racchiuso tra gli archi) i modelli hanno riprodotto disegni originali settecenteschi conservati nel castello di Pralormo.

Ricostruzione storica, sintesi progettuale e realizzazione:
Alessandro Castellaro
Rosanna Castrini
HARD LANDSCAPING
DISEGNI